Deduzione della perdita sui crediti: l’ordinanza della Cassazione.

La Cassazione, con l’ordinanza n°10643 depositata venerdì 4 maggio 2018, stabilisce che l ’amministrazione finanziaria non può disconoscere la deduzione della perdita su crediti solo perché l’imprenditore avrebbe dovuto agire diversamente per il recupero delle proprie spettanze. Il legislatore, infatti, non ha subordinato la deducibilità a seconda delle cause che l’hanno generata, ma alla sussistenza di elementi certi e precisi sul valore dedotto.

Menu