Il decreto semplificazioni accoglie alla rottamazione anche chi non ha saldato entro il 7 dicembre

La nuova rottamazione delle cartelle è pronta ad accogliere anche chi non ha saldato entro il 7 dicembre passato le somme dovute per il 2018. Tale riapertura dei termini è contenuta in un emendamento al decreto Semplificazioni approvato dalla commissione Lavori Pubblici e affari costituzionali del Senato.

Nello specifico, l’occasione si è presentata con la conversione in legge del decreto Semplificazioni (D.L. n. 135/2018): infatti, durante l’iter parlamentare è stato approvato un emendamento con il quale si riammettono alla definizione agevolata i “decaduti” della precedente rottamazione (rottamazione bis o rottamazione 2018, di cui all’art. 1, D.L. n. 148/2017), a loro volta “decaduti” dalla nuova rottamazione per non aver versato, entro il 7 dicembre 2018, le rate pregresse non saldate.

Menu