Credito inesistente e penalità: la risoluzione 36/E dell’Agenzia delle entrate.

L’Agenzie delle entrate, con la risoluzione 36/E , a seguito di una richiesta di consulenza giuridica di un ufficio accertamento di una direzione regionale stabilisce che il contribuente che usa in compensazione un credito inesistente, già recuperato in sede di accertamento è sanzionato quale infedele dichiarazione e illegittima detrazione, non è soggetto ad altre penalità.

Menu