Annullamento dell’atto impositivo, sentenza 28057 depositata il 24 Novembre.

La mail inviata dal funzionario dell’agenzia con cui si comunica il possibile annullamento dell’atto impositivo non determina legittimo affidamento del contribuente a non intraprendere il contenzioso, se i termini per impugnare erano già scaduti. A fornire questa precisazione la corte di cassazione con la sentenza 28057 depositata il 24 novembre 2017.

Menu